PaesaggioTop ImagesVerde Tecnologico

Verde stabilizzato: vantaggi o svantaggi?

La volontà crescente di trovarsi a vivere in ambienti sempre più naturali ha portato alla nascita delle pareti verdi in piante stabilizzate. Questa tipologia di arredo da interno spopola grazie al fatto che sembra vegetazione viva ma non richiede ne luce ne irrigazioni per mantenersi verde.

Il verde stabilizzato vede il suo primo utilizzo nel campo dei fiori recisi, per aumentare la durata di un particolare fiore simbolo di un momento importante. Al giorno d’oggi invece il verde stabilizzato viene proposto per gli impieghi più svariati e a volte viene venduto decantando proprietà proprie della vegetazione VIVA. Questo vale anche per quanto riguarda le pareti verdi in vegetazione stabilizzata.

Gli svantaggi del verde stabilizzato

Bisogna sapere che la non necessità di sole e acqua che hanno le piante stabilizzate porta con se diverse problematiche, che le piante vive non hanno.

I principali svantaggi del verde verticale stabilizzato, che spesso non vengono messi in evidenza, sono:

  • Fragilità – se ripetutamente toccato o urtato il verde stabilizzato tende a frammentarsi, staccarsi e sporcarsi.
  • Staticità – è un elemento che nel tempo non cambia e non si riproduce, caratteristica intrinseca e fondamentale di un qualsiasi essere vivente.
  • Accumula polvere – nel tempo la struttura pluriramificata dei licheni stabilizzati tende ad accumulare polvere e sporco e non vi è modo di pulirla senza danneggiarla.
  • Cattivi odori – se il materiale non viene debitamente trattato durante il primo periodo di installazione potrebbe avere, e diffondere, un odore non del tutto naturale e non sempre gradevole.
  • NO luce del sole – se esposto per lunghi periodi alla luce del sole il verde stabilizzato tende a perdere la sua vivida colorazione.
  • NO contatto con l’acqua – se bagnato o a contatto con l’acqua la parte di materiale vegetale compresa nel verde stabilizzato rischia di marcire.Verde stabilizzato: vantaggi o svantaggi?

Verde stabilizzato è un prodotto naturale?

Il verde stabilizzato oltre a queste problematiche porta con sè anche il dubbio etico riguardante il fatto che questo sia un materiale naturale o meno. Può una pianta trasformata in questo modo essere ancora considerata un elemento naturale per migliorare gli ambienti in cui viviamo?Verde stabilizzato: vantaggi o svantaggi?

Come viene pubblicizzato il verde stabilizzato in Italia

Questa è una delle frasi con cui un sito web pubblicizza l’impiego di piante stabilizzate al posto delle ingombranti piante vive.

In casa, ma anche negli spazi pubblici, oggi il verde stabilizzato prende spesso il posto dei più tradizionali e ingombranti vasi con piante da interno come complemento dell’arredo contemporaneo. I vantaggi? Non ha bisogno di luce, né di acqua.

Come sempre nel marketing questa frase è in parte vera ma non rende giustizia ad un reale paragone dei vantaggi con le piante vive. Altri siti web vendono le proprie composizioni in verde stabilizzato definendole addirittura “prodotti vegetali naturali al 100%” che ti danno la possibilità di “godere del tuo verde vero e vivo”.

Spesso molti dei vantaggi della vegetazione viva vengono indirettamente attribuiti anche alle piante stabilizzate. A seconda dei punti di vista, infatti, si può affermare che il verde stabilizzato “riduce la quantità di polveri sottili all’interno degli ambienti chiusi” che visto in un’altra ottica si traduce in “accumula polvere nel tempo negli ambienti chiusi”.

In conclusione c’è da dire che il verde stabilizzato ha il suo costo, i suoi vantaggi e i suoi svantaggi; bisogna quindi prenderli seriamente in considerazione tutti quando si vuole arredare un ambiente in modo naturale. Oltre a questi aspetti è da porre molta attenzione sulla provenienza del materiale stabilizzato per avere la certezza di non arredare con materiale trattato con prodotti tossici o nocivi.

Verde stabilizzato: vantaggi o svantaggi?

Previous post

Verde stabilizzato: Com'è fatto?

Next post

Piralide del bosso, come difendersi in modo naturale

Alvise Anchel

Alvise Anchel

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *