AmbientePaesaggio

Serre bioclimatiche: la soluzione eco-friendly per godersi il verde tutto l’anno

Immaginate di avere nella vostra abitazione uno spazio circondato dal verde ma allo stesso tempo riparato, con un clima piacevole tutto l’anno, ideale per coltivare anche le piante più esigenti e che vi consenta addirittura di ottenere un significativo risparmio energetico.  Nel Nord Europa strutture di questo genere sono i cosiddetti “Wintergarden” presenti da decenni; in tempi più recenti hanno cominciato a diffondersi nelle nostre zone, anche grazie alla crescente attenzione che viene riservata alle soluzioni ecocompatibili nell’ambito dell’edilizia, con il nome di serre bioclimatiche serre solari. Vediamo insieme di cosa si tratta.

Cosa sono le serre bioclimatiche?

Con questo termine si indicano delle strutture integrate in un edificio o collocate a ridosso di esso, costituite da materiali ad elevata trasmittanza che consentono di far passare gran parte della radiazione luminosa, allo scopo di ottenere un incremento termico all’interno del vano attraverso il fenomeno del cosiddetto effetto serra. Quando vengono costruite rispettando determinati standard e seguendo le normative vigenti, le serre bioclimatiche possono essere considerate una soluzione di bioedilizia in grado di offrire vantaggi in termini di risparmio energetico e di riduzione delle emissioni di CO2, caratteristiche che le distinguono dalle classiche verande.

Le serre bioclimatiche sono costituite da materiali di copertura durevoli e con un elevato grado di trasparenza, come il vetro e il PVC (opportunamente addittivato per conferire una maggiore resistenza ai raggi UV), per almeno il 70% della loro superficie. La struttura può essere invece realizzata in PVC, acciaio o legno, in modo da sostenere il peso della copertura e di eventuali carichi accidentali (come il vento e la neve).

Un parametro molto importante nella realizzazione delle serre bioclimatiche è l’orientamento: questo deve infatti massimizzare l’intercettazione luminosa, consentendo alla struttura di mantenere un’esposizione ai raggi del sole per il maggior numero di ore possibile. Questa caratteristica è fondamentale per consentire la termoregolazione naturale, tale da permettere alle serre bioclimatiche di svolgere efficacemente la loro funzione.

Quali sono i vantaggi delle serre bioclimatiche?

I benefici delle serre bioclimatiche si possono ritrovare anzitutto a livello energetico: esse consentono infatti di ridurre di almeno il 10% il fabbisogno energetico richiesto per il riscaldamento invernale, grazie all’accumulo di calore che viene poi trasmesso all’abitazione. Questo si traduce di conseguenza in una riduzione delle emissioni di CO2 derivanti dall’utilizzo di combustibili fossili, estendendo i vantaggi anche sul piano ambientale.

Le serre bioclimatiche consentono di ottenere un ambiente funzionale ed abitabile, una vera e propria “stanza aggiuntiva” che si affaccia direttamente sull’esterno, ideale per trascorrere del tempo circondati dal verde del proprio giardino anche nei periodi freddi e piovosi. La presenza di una serra bioclimatica offre anche la possibilità di realizzare un giardino indoor, grazie alle condizioni di luce e temperatura che vengono a crearsi al suo interno, generalmente ottimali per la crescita di molte specie di piante, anche di quelle che normalmente non resisterebbero ai climi invernali delle nostre latitudini.

L’installazione di una serra bioclimatica consente inoltre di aumentare la superficie della propria abitazione gratuitamente poichè viene considerata come volume tecnico; vale a dire che non aumenta la cubatura dell’immobile e, di conseguenza, non è soggetta a tassazione.

Infine, la presenza di una serra bioclimatica consente di adeguarsi alle normative sulla certificazione energetica, aumentando notevolmente il valore di mercato dell’immobile.

Serra bioclimatica, come realizzarla?

Se si desidera installare una struttura di questo tipo, è importante scegliere un progetto su misura per le proprie esigenze, affidandosi ad aziende specializzate nella progettazione e realizzazione di serre bioclimatiche: una tra tutte è Coverture, brand che da oltre sessant’anni opera a 360 gradi nel campo delle soluzioni outdoor.

Va ricordato che queste strutture devono soddisfare determinati requisiti per poter conferire i vantaggi precedentemente descritti; inoltre è fondamentale sottolineare che si tratta di strutture abitabili ed, in quanto tali, devono essere costruite in modo da rispettare tutti gli standard di sicurezza. L’ autorizzazione alla realizzazione è vincolata alla valutazione dell’efficienza energetica che la serra bioclimatica avrà sul’edificio. Occorre infatti presentare i calcoli sul risparmio energetico che la serra bioclimatica sarà in grado di conferire all’abitazione, considerare un’espansione idonea (dal 15% al 30% della superficie dell’abitazione) ed attenersi alle normative vigenti in termini di regolamentazione, che possono variare a seconda del comune di residenza.

Immagine correlata

 

Previous post

Piet Oudolf e l'evoluzione del giardino naturalistico

Next post

Robot rasaerba, il modo intelligente di tagliare il prato

Anna Mastellaro

Anna Mastellaro