AmbienteIn evidenzaPopolari in AmbienteTop Images

Perché prevedere e prepararsi ad un’alluvione è così difficile

Prima di parlare di previsioni e prevenzione provate ad immaginare come potrebbe essere avere mezzo metro di acqua e fango in casa vostra. Tutto quello che verrà toccato dall’acqua sarà semplicemente da buttare. Alcune cose come mobili ed elettrodomestici, l’auto magari, possono essere sostituiti, ma altre cose no. La credenza della nonna, l’album delle foto del matrimonio, quel libro al quale siete affezionati e che avete da quando eravate bambini. Tutto imbrattato di fango e irrimediabilmente danneggiato.

Questo è più o meno quello che capita quando si è colpiti da un’alluvione. Talvolta può andare anche peggio, quando qualcuno perde la vita. E le alluvioni sono, purtroppo, un fenomeno che sempre più spesso si presenta anche sul territorio italiano. Quindi, visti gli enormi costi materiali e sociali che seguono un’alluvione, è più che ragionevole chiedersi perché, in uno dei paesi più sviluppati del mondo, non sia possibile fare qualcosa in più per prevenire, o almeno sapere più precisamente quando e dove si verificherà, un’alluvione.

san donà di piave 2018.jpg

Molti ricercatori ed esperti che si occupano di idrologia e prevenzione del rischio da alluvioni hanno speso buona parte della loro vita a fare questo. Però, a discapito delle menti più brillanti, dei computer più avanzati e dell’instancabile impegno di tutti coloro che lavorano sul campo, le alluvioni sono un fenomeno ancora difficile da comprendere. E se state pensando che la vostra abitazione non corra il rischio di essere colpita, sappiate che è vero proprio il contrario, le alluvioni possono capitare più o meno ovunque e in qualunque momento.

Qui entra in gioco uno degli aspetti che caratterizzano l’Italia, l’enorme e spettacolare variabilità di paesaggi e condizioni climatiche, che, se da un lato la rendono un luogo invidiabile a quasi tutto il resto del pianeta, dall’altro la rendono anche incredibilmente fragile di fronte al rischio di fenomeni idrogeologici. L’ISPRA riporta che il 91,1% dei comuni italiani è a rischio di frane o alluvioni e addirittura il 100% del territorio di nove regioni è a rischio idraulico o di frana.