Landscape DesignPaesaggioVerde Tecnologico

Life Panel, arrivano i giardini verticali alla portata di tutti

I giardini verticali Life Panel nascono dalla volontà di alcuni studenti dell’Università degli Studi di Padova di trovare un mezzo pratico per naturalizzare le città e tutte quelle zone urbanizzate in cui la cementificazione ha ridotto notevolmente gli spazi disponibili per la vegetazione. Lo studio e lo sviluppo del sistema di coltivazione verticale Life Panel è stato seguito con interesse fin dai suoi principi dal gruppo EcoProspettive con la certezza che questo nuovo supporto per la coltivazione verticale sarà una risorsa indispensabile per le città del futuro.

La coltivazione in verticale come opera d’arte

Il supporto Life Panel è stato studiato per permettere a qualsiasi persona, anche quelle prive di un giardino o senza il pollice verde, di beneficiare della bellezza e dei vantaggi del verde. Come veri e propri giardini in queste opere possono essere messe a dimora moltissime specie differenti di piante, compresi alcuni arbusti ed alberi. Queste opere sono sviluppate principalmente su ordinazione, secondo le specifiche del cliente e del luogo che le andrà ad accogliere. Prima di essere recapitati al proprietario i giardini verticali Life Panel vengono coltivati minuziosamente per un periodo variabile a seconda delle piante impiegate, per permettere alle nuove piante di radicare e creare un mini ecosistema stabile, duraturo e resistente ai disturbi esterni.

Life Panel prima e dopo

 

I giardini verticali e i quadri vegetali Life Panel si sviluppano su di un supporto leggero e maneggevole, isolato sul retro in modo da non trasmettere umidità alla parete ed offrire un miglior isolamento termico agli edifici su cui vengono impiegati. Le piante sono così coltivate in uno spessore di appena 16 mm che ne permette comunque uno sviluppo rigoglioso grazie all’attenta scelta dei substrati e delle diverse stratigrafie. Lo spessore di coltivazione estremamente ridotto permette ai Life Panel di essere il sistema di coltivazione in verticale, su vero terreno, più innovativo, economico e ecosostenibile disponibile sul mercato.

Quadro vegetale Life Panel

 

Un ecosistema verticale a bassa manutenzione

Nei Life Panel, attraverso l’utilizzo di substrati tecnici e specifiche varietà di piante, si costituisce un ecosistema semplificato che rende la composizione in grado di auto alimentarsi e perpetuarsi nel tempo. L’equilibrio che si instaura fra le diverse specie che compongono queste opere, unito al ridotto substrato, fa sì che il verde verticale sviluppato su Life Panel richiedano pochissima manutenzione, rendendoli un prodotto di verde tecnologico ancora più innovativo. La struttura interna del pannello di coltivazione e gli speciali substrati impiegati permettono ai pannelli Life Panel di essere irrigati mediante una semplice irrigazione a pioggia (come si fa con una normale pianta in vaso) o con un sistema automatizzato di subirrigazione, appositamente progettato per il luogo di impiego e le necessità delle piante.

I vantaggi per le piante

Un ambiente in cui viene installata una sufficiente superficie di giardino verticale Life Panel può godere dei molteplici benefici procurati dalle pareti verdi, come: il miglior isolamento termico, la pulizia dell’aria dalle polveri inquinanti, la climatizzazione dell’aria, il riequilibrio dei livelli di umidità ottimali, etc…

I pannelli Life Panel sono stati studiati non solo per offrire confort e benefici alle persone ma anche alle piante. I vantaggi per le specie vegetali coltivate in questi pannelli, grazie alla progettazione minuziosa di ogni particolare, sono:

  • I ristagni d’acqua, che possono indurre marcescenze e morte nelle piante, sono totalmente evitati grazie alla struttura interna del pannello di coltivazione abbinata ad una particolare stratigrafia di substrati tecnici adeguatamente studiati.
  • I giardini verticali VG-NaturalArt rendono possibile la coltivazione delle piante in qualsiasi luogo, interno ed esterno, anche dove lo spazio manca ma non si vuole rinunciare alla presenza della vegetazione.
  • Fra le diverse specie che compongono le opere NaturalArt si instaura un equilibrio in cui la naturale competizione fra le piante si trasforma in cooperazione creando un ecosistema semplificato in cui le piante si autosostentano.
  • Le piante possono essere moltiplicate velocemente per seme e per talea grazie alla presenza di vero terreno, dando la possibilità di far evolvere nel tempo il quadro vegetale a proprio piacimento senza ulteriori spese

Quadro vegetale Life Panel

 

Informazioni e contatti

Il sito web dedicato ai prodotti Life Panel uscirà nel 2018 ma è possibile fin da ora vedere le opere e prenotarle attraverso la pagina Facebook dedicataContattaci a info@ecoprospettive.com se hai bisogno di maggiori informazioni o se vuoi anche tu prenotare il tuo giardino verticale Life Panel, provvederemo subito a metterti in contatto con il Team di professionisti che sviluppa queste opere.

Referente Life Panel: Dott. Alvise Anchel Arribas

 

 

Condividi questo articolo con i tuoi amici nei social!

 

Previous post

Vuoi lavorare nel mondo del Biologico? BioWork è il progetto per te

Next post

BioWork, il progetto che sostiene la tua azienda biologica

EcoProspettive

EcoProspettive