Landscape DesignPaesaggio

Gazebo da giardino: quale scegliere?

Il gazebo è un elemento d’arredo in grado di valorizzare gli spazi esterni, offrendosi come struttura pratica e multifunzionale. I suoi impieghi sono infatti numerosi: utile per chi desidera un riparo ombreggiato per il giardino, può diventare anche una valida soluzione sostitutiva ad un pergolato per ampliare gli spazi o, se provvisto di pareti, fungere da serra per riparare le piante durante i mesi più freddi.

Esistono diverse tipologie di gazebo pensate per soddisfare le più svariate esigenze. Ecco allora una panoramica sulle principali caratteristiche delle strutture attualmente presenti in commercio e i fattori da valutare prima di procedere con la scelta e l’installazione di un gazebo nel proprio giardino.

Quando è necessaria l’autorizzazione per installare un gazebo?

Quando si intende realizzare una tettoia, un porticato o un chiosco permanente, è sempre necessario consultare il Regolamento Edilizio previsto dal proprio Comune e richiedere l’apposita autorizzazione.
Nel caso di un gazebo come quelli che più frequentemente si scelgono per i giardini privati, intesi come strutture leggere e di limitate dimensioni, non stabilmente fissate al suolo, può non essere prevista la richiesta di un permesso specifico, in quanto tali strutture, se di carattere “precario e temporaneo” rientrano tra le cosiddette opere di edilizia libera secondo quanto stabilito dal Glossario Unico stilato dal DM 2 Marzo 2018. Via libera, quindi, per chi volesse optare per un gazebo ad utilizzo stagionale, magari smontabile; diversamente, il consiglio è quello di rivolgersi ad un professionista tecnico abilitato per una consulenza, in modo da procedere senza indugio nel rispetto delle normative vigenti.

Gazebo da giardino: tipologie e caratteristiche

Tenendo conto che il gazebo in giardino viene utilizzato prevalentemente a scopo ricreativo, il primo elemento da considerare quando si intende installare una struttura è lo spazio a disposizione: questo fattore ovviamente influenzerà le dimensioni del gazebo e la sua posizione all’interno del giardino.

Se il principale attributo che ricercate in un gazebo è la funzionalità, potrete valutare di porre la struttura adiacente ad un ingresso, in modo tale da essere utilizzata come veranda e risultare comoda per usufruire di uno spazio “extra” in prossimità dell’abitazione; a questo scopo potrete optare per una struttura sviluppata prevalentemente in lunghezza, dotata di un telo di copertura scorrevole che potrà essere facilmente aperto o richiuso a seconda delle esigenze. Se si dispone di superfici più ampie, potranno invece essere installati gazebo a padiglione, presenti in commercio con un ampio assortimento di misure.
Molti gazebo di questo tipo sono anche pieghevoli; questa caratteristica consente un rapido montaggio e smontaggio, rendendo allo stesso tempo più agevoli gli eventuali spostamenti da una zona all’altra del giardino, ma anche al di fuori di esso: possono infatti essere forniti con una custodia munita di ruote per essere trasportati con il minimo ingombro.
Le strutture più complesse sono dotate di giunzioni e pareti laterali in materiale plastico, tali da rendere il gazebo una vera e propria stanza all’esterno; sono generalmente di grandi dimensioni, perfetti per feste o altri eventi ed in grado di offrire un’ottimo riparo sia dal sole che dalla pioggia.

Le tipologie di gazebo fin’ora descritte sono abbastanza economiche e prevedono una copertura in PVC o polietilene, materiali impermeabili e opportunamente addittivati per conferire una buona durata e resistenza ai raggi UV. Il telaio è solitamente tubolare, in alluminio, acciaio o eventualmente ferro zincato: lo scopo è utilizzare materiali leggeri ma robusti allo stesso tempo, in grado di garantire un’ottima resistenza alla struttura evitando che ceda sotto l’azione del vento o di altri carichi accidentali.

Se invece come principale criterio di scelta per un gazebo state puntando sull’estetica, i generi più adatti sono sicuramente il gazebo in legno e il gazebo in ferro battuto. Ideali per i giardini più ampi, sono un vero e proprio elemento d’arredo in grado di soddisfare tutte le esigenze di stile, dalle più classiche alle più moderne.
Si tratta di strutture ovviamente pesanti e quindi molto stabili, in genere fisse e non facilmente riposizionabili come quelle precedentemente descritte. Alcuni modelli includono una pavimentazione apposita o presentano un piano leggermente rialzato, che risulta perfetto per ospitare non solo il classico tavolo con sedie, ma anche comodi divanetti e poltroncine da esterno, magari riparati con tende in tessuto leggero o con le classiche zanzariere. In questa maniera è possibile ricreare un angolo relax all’aperto di grande effetto. I costi sono però più elevati rispetto a quelli dei gazebo pieghevoli: per questo motivo, se si ha intenzione di scegliere un gazebo di questo tipo, sarebbe opportuno considerarlo sin dalla fase progettuale del giardino, in modo da poterlo valorizzare con una posizione privilegiata ed integrarlo al meglio nella disposizione di alberi e bordure.

Risultati immagini per gazebo in legno per giardino

Irrigazione a goccia, un'opportunità per un giardino ecocompatibile
Previous post

Irrigazione a goccia: un’opportunità per un giardino ecocompatibile

Zanzara, a cosa serve? Tutto su questa fastidiosa specie!
Next post

A cosa servono le zanzare e come combatterle: tutto su questa fastidiosa specie!

Anna Mastellaro

Anna Mastellaro