Agri-culturaColtivazionePatologia & DifesaSchede insetti fitofagi

Cimice asiatica un samurai ci potrebbe salvare?

La cimice asiatica è arrivata in italia nel 2012 e già non ne possiamo più. La cimice, Halyomorpha halys, appartiene alla famiglia Pentatomidae una delle tante dell’ordine degli emitteri. Questo insetto, al contrario della cimice autoctona,  Nezara viridula, provoca ingenti danni alle coltivazioni ed è anche molto fastidiosa per la sua abitudine di entrare in massa nelle case per trovare riparo durante la stagione sfavorevole. Lo scorso autunno abbiamo assistito ad una vera e propria invasione di cimici asiatiche che hanno preso d’assedio le abitazioni e gli edifici.uova di cimice

Ciclo biologico della cimice asiatica

In autunno, grazie ai feromoni emessi, le cimici si aggregano per svernare nelle case e negli edifici. Con la bella stagione gli esemplari che sono sopravvissuti all’inverno escono dai loro ripari per raggiungere le piante ospiti dove potranno alimentarsi. Tra maggio e agosto avviene l’accoppiamento e la deposizione delle uova. Ogni femmina è in grado di deporre fino a 400 uova e se il clima lo permette compie anche due generazioni all’anno. Capiamo che il potenziale di sviluppo della cimice sia molto alto.cimice asiatica

Come difenderci dalla cimice asiatica

E’ importante colpire le cimici nel momento in cui sono più vulnerabili, dobbiamo  perciò adottare alcuni semplici comportamenti per ostacolare l’assedio alle case. Il Servizio fitosanitario della Regione Emilia-Romagna ha prodotto una scheda informativa dove vengono spiegati i metodi per impedire l’ingresso delle cimici nelle case e le strategie per eliminarle. E’ da segnalare l’importanza di non utilizzare prodotti chimici dannosi per l’uomo, in particolare insetticidi domestici che sono poco efficaci e molto nocivi per le persone. In generale per difenderci dalle cimici dobbiamo usare metodi meccanici come zanzariere o reti anti-insetto, sigillare le fessure e tutti gli accessi che consentono il passaggio delle cimici. Per raccogliere quelle che sono riuscite ad entrare utilizzare strumenti di pulizia per la casa e aspirapolvere.difesa dalla cimice

Il samurai più famoso d’Italia

Nell’ultimo periodo si sente molto parlare della vespa samurai, antagonista naturale della cimice asiatica. Infatti il Senato il 12 giugno 2019 ha approvato il documento recante la risoluzione della Commissione Agricoltura sull’invasione della cimice marmorata asiatica. In realtà è già da qualche anno che si studia l’effetto dell’imenottero parassitoide Trissolcus japonicus e Anastatus bifasciatus. Il primo è l’antagonista naturale della cimice marmorata e  infatti proviene dalle stesse zone. Il secondo invece è una specie ampiamente diffusa nel territorio Italiano che sfrutta le uova di diversi insetti per completare il suo ciclo biologico, tra cui quelle della cimice. Il problema che potrebbe causare il lancio di una specie aliena della quale non si conosce bene il comportamento rimane il dubbio più grande. Nell’ipotesi peggiore la vespa samurai potrebbe diventare un temuto predatore che combatte contro diversi insetti compresi quelli utili, disturbando il già compromesso equilibrio locale. La vespa samurai è innocua per l’uomo ma letale per le uova della cimice asiatica. Questa piccola vespa nera depone le sue uova all’interno di quelle della cimice asiatica dalle quali a maturità escono direttamente gli adulti di vespa samurai. vespa samurai

Le tecniche di lotta biologica sono da favorire, ma l’approccio deve essere più ampio. Se decidiamo di utilizzare antagonisti naturali dobbiamo tenere conto che i trattamenti chimici a largo spettro vanno in contrapposizione a questo tipo di lotta e colpiscono anche gli insetti utili.

A chi faccio progettare i giardino
Previous post

A chi faccio progettare il giardino?

Next post

This is the most recent story.

Valentino Dal Ben

Valentino Dal Ben