Landscape DesignPaesaggioPopolari in PaesaggioTop ImagesVerde Tecnologico

Südgelände, Berlino: l’ex ferrovia trasformata in parco urbano

Collocato nell’attuale quartiere di Schöneberg, la storia di questo parco urbano inizia nel dopoguerra: in una Germania dall’instabile situazione politica, anche le infrastrutture vengono coinvolte in profonde modifiche, e così succede per l’antico scalo ferroviario di Tempelhof, punto di collegamento con le città di Dresda e Halle. In seguito al cambiamento dei tracciati ferroviari, lo snodo viene progressivamente smantellato per essere definitivamente chiuso nel 1952.

parco urbanoCon l’abbandono da parte dell’uomo, il desposito inizia ad essere massicciamente colonizzato dalla vegetazione spontanea, che si appropria dei binari rimasti e delle strutture dismesse, infittendosi per oltre quarant’anni sino a dar vita ad un vero e proprio bosco nel cuore della città.
Solo qualche tempo dopo la caduta del muro, nel 1993, la proprietà diventa oggetto di una riqualificazione mirata a conciliare le esigenze dei berlinesi con il recupero di questa piccola foresta urbana: nasce così l’idea di trasformare l’intera zona in un’area verde accessibile e, soprattutto, funzionale.

L’opera, dietro il progetto frutto della collaborazione tra lo studio Büros ÖkoCon e Ingo Kowarik, paesaggista e docente di ecologia vegetale, è stata realizzata dalla società Grün Berlin GmbH con il finanziamento di Allianz Environmental Foundation, godendo inoltre della partecipazione diretta di numerosi abitanti e vari gruppi di artisti. Il parco urbano è stato inaugurato nel 1999 e presentato all’EXPO di Hannover l’anno successivo.

Oggi Südgelände è una meravigliosa oasi che si estende su 18 ettari nel cuore di Berlino, testimonianza di un’efficace opera di architettura del paesaggio in ambito urbano. All’ingresso, svetta tra le chiome la torre arrugginita del serbatoio idrico, che con i suoi 50 metri d’altezza costituisce un punto di riferimento per chi visita il parco. La torre è soltanto uno degli elementi recuperati ed integrati; sono sopravvisuti anche una locomotiva a vapore del 1940, il ricovero dei treni (ora spazio sperimentale dedicato a progetti artistico-culturali ed eventi), e la Brückenmeisterei, edificio in cui si svolgono esposizioni incentrate sul tema della conservazione ambientale.

parco urbanoTra i binari che si intrecciano nel parco assieme a passerelle minimaliste costituite da grate in metallo, si innalzano boschi di betulle che racchiudono aree del parco urbano designate a riserva naturale. La biodiversità presente in un’area così limitata, soprattutto se si pensa che ci si trova nel centro di una delle città più urbanizzate d’Europa, è incredibile: sono state censite 366 diverse specie vegetali e 49 specie fungine, oltre a numerosi insetti. Il parco consente ai visitatori lunghe passeggiate nella natura, ma anche la fruibilità di spazi sociali ben progettati. Oltre all’area giochi per bambini, tra installazioni artistiche e bordure ricavate dalle rotaie, si trovano un campo da basket, un’ arena per lo skateboard e un’ interessante iniziativa di orti urbani, assegnati alla gestione dei cittadini, dove i berlinesi con la passione per il gardening si cimentano nella realizzazione e nella cura di pittoreschi appezzamenti. Un’attività piuttosto gettonata in Germania, paese in cui gli orti sociali sono sempre più numerosi e sempre più richiesti, con grande entusiasmo da parte dei cittadini.

Südgelände è un esempio ben riuscito di verde urbano, nato da una sapiente opera di progettazione del paesaggio che ha puntato alla conservazione della realtà ecologica sviluppatasi con l’abbandono della zona. Un modello da seguire per i tanti spazi dismessi e incolti dei nostri territori, che possono racchiudere tesori naturalistici da valorizzare e di cui godere.

Guarda tutte le foto del parco urbano Südgelände a Berlino:

Commenti

commenti

Previous post

Biodiversità: conoscerla per proteggerla

Next post

Innesti, come ottenere piante multifrutto

Anna Mastellaro

Anna Mastellaro