Come si faLandscape DesignPaesaggioPopolari in Paesaggio

6 programmi per progettare giardini e spazi verdi

Esistono in rete decine di programmi per progettare giardini e aree verdi. Si va dai software di progettazione professionali -utili in ambito lavorativo ad architetti, paesaggisti, agronomi, etc.- che consentono di ottenere progetti rifiniti in ogni dettaglio, corredati da video simulazioni e render 3D di altissima qualità, ai programmi per progettare giardini a livello amatoriale, adatti a chi cerca uno strumento rapido e facile da usare semplicemente per organizzare gli spazi nel giardino di casa.

Di seguito vi proponiamo la lista dei migliori programmi per progettare giardini (ma anche terrazze, parchi, piscine…), sia gratis che a pagamento, e i link a cui trovarli.

I migliori software professionali per il paesaggismo

1) Google Sketchup

Partiamo da uno dei programmi più noti a chi si occupa di architettura e design: Google Sketchup è un software per la progettazione che offre numerose funzionalità, tra cui molte dedicate alla realizzazione di progetti di architettura del paesaggio.
Consente di costruire lo spazio 3D in una visuale a 360 gradi, passando in maniera rapida alle varie viste standard. E’ possibile inserire direttamente nel progetto numerosi modelli open source 2D e 3D di oggetti, piante e molto altro. Il programma, complessivamente, possiede molte funzionalità che offrono il pieno contro controllo nella progettazione, ma è necessaria una certa pratica per acquisire dimestichezza con i comandi.

progr

Google Sketchup è disponibile qui in versione gratuita, oppure qui in modalità PRO (a pagamento).

2) NBL Landscape Designer

NBL Landscape Designer è probabilmente il miglior software in italiano dedicato alla progettazione del verde. Offre una gamma completa di strumenti per il design del giardino, che consentono di ottenere progetti caratterizzati da grafiche 3D  e animazioni di altissima qualità, oltre a foto-sostituzioni e planimetrie dallo stile personalizzato.
Il programma contiene un’ampia libreria di elementi da inserire nel giardino, tra cui oltre 1500 piante HD che cambiano aspetto a seconda della stagione e dell’età della pianta, offrendo un risultato davvero realistico e di grande effetto. Ma non è tutto: le piante sono dotate di schede botaniche contenenti informazioni utili per la loro coltivazione e manutenzione, che potranno essere allegate al progetto del giardino da consegnare al cliente, o comodamente utilizzate come database da consultare per la ricerca delle essenze e la scelta varietale.

E’ possibile scaricare una versione demo per testare le funzionalità del programma prima di acquistarlo: Scaricala da qui

3) Vectorworks Landmark

Uno dei software più completi per chi lavora nell’ambito dell’ architettura del paesaggio: Vectorworks Landmark consente infatti di spaziare dalla progettazione del giardino alla pianificazione urbanistica, rivelandosi un programma adatto anche per redarre piani di riqualificazione territoriale e paesaggistica su ampia scala. Tra le sue funzionalità troviamo la possibilità di effettuare calcoli per la modellazione del terreno, l’elaborazione di dati cartografici e il supporto di file .DXF/.DWG/.DWF.
Il programma offre una grafica 2D e 3D di alto livello e un innovativo strumento di condivisione dei progetti, molto utile in ambito professionale per comunicare e collaborare con il proprio team di lavoro sullo stesso progetto.

Scarica qui la versione trial di Vectorworks Landmark

I migliori programmi gratuiti per progettare il giardino

4) My Garden

My Garden è un’applicazione gratuita per progettare giardini e impianti di irrigazione, sviluppata dal noto marchio Husqvarna e ospitata sul sito Gardena.com
Il tool funziona online, senza la necessità di scaricare software sul proprio pc: consente di realizzare una mappa dello spazio da progettare, inserendo tutti gli elementi necessari come strutture, alberi e siepi, prati, camminamenti, ecc.
L’interfaccia è semplice da utilizzare (il sito offre anche una guida apposita) e presenta una grafica in stile disegno, chiara e gradevole. Dopo aver pianificato il  giardino, è possibile progettare lo schema per un impianto di irrigazione personalizzato. Il sito consente agli utenti registrati di salvare i propri lavori online.

Clicca per accedere all’applicazione per la progettazione di giardini My Garden

5) GardenPuzzle

Anche questa è un’applicazione gratuita per disegnare giardini e spazi verdi online senza scaricare alcun programma sul proprio PC: a differenza della precedente, consente di creare diverse viste, impostando uno scenario di sfondo su cui aggiungere fiori e piante, ma anche costruzioni come case e gazebi. Una volta aperto, GardenPuzzle presenta un’interfaccia intuitiva: è sufficiente trascinare nella posizione desiderata ciascun elemento per realizzare un’anteprima del nostro giardino.

programmi progettare giardini
E’ possibile inoltre settare diversi parametri per conoscere le piante che meglio si adattano al contesto. Sul disegno possono essere applicati diversi stili artistici, salvando infine l’immagine in formato JPEG.

Clicca per accedere al tool online gratuito di GardenPuzzle.

6) Marshall’s Garden Visualizer

A chi è alla ricerca di un programma per la progettazione del verde gratuito e semplice da utilizzare, ma in grado di offrire un risultato finale sofisticato, consigliamo questo software che consente di disegnare giardini e patii esterni direttamente con una visualizzazione 3D.
Questo strumento offre anche al garden designer più amatoriale la possibilità di avere un’ anteprima del progetto curato nei dettagli, grazie ad un fornito assortimento di pavimentazioni, piante e arredi da utilizzare.
E’ anche possibile inserire la foto della propria casa per procedere a progettare il giardino dei nostri sogni!

Accedi a Marshall’s Garden Visualizer, software per progettazione giardini in 3D

Ti è piaciuto questo articolo?  Iscriviti alla NEWSLETTER di EcoProspettive e rimani sempre aggiornato sulle ultime novità

Condividilo sui Social e fallo scoprire anche ai tuoi amici!

Commenti

commenti

Previous post

Fitofagi delle rose: Typhlocyba Rosae

Next post

Nuovi materiali sostenibili: il caso della Central European University

Anna Mastellaro

Anna Mastellaro