Landscape DesignPaesaggio

Dal progetto alla realizzazione: un giardino residenziale dal design contemporaneo

Chi si occupa di progettazione del verde (ma anche in qualsiasi altro ambito) sa bene quanto sia fondamentale trasmettere in modo chiaro e convincente le proprie idee al cliente: ciò che viene presentato sulla carta del progetto deve avvicinarsi il più possibile a quello che sarà l’aspetto finale, sia per non deludere le aspettative dei committenti, ma anche per garantire sin dal principio il successo dell’opera.

Le competenze specifiche del professionista sono sicuramente la chiave per la buona riuscita del lavoro, a cui vanno ad unirsi gli strumenti utili alla progettazione che consentono di ottenere risultati efficaci grazie alle tecnologie in continua evoluzione: basta qualche ora spesa davanti al pc per avere già un progetto pronto da mostrare al cliente, con tanto di dettagli sulle specie botaniche da utilizzare, ottimizzando notevolmente i tempi di lavoro in fase progettuale.

Vediamo dunque un interessante caso-studio relativo al design di un giardino residenziale in stile moderno, in cui sono messi a confronto i render del progetto realizzati attraverso il software NBL Landscape Designer e le foto del giardino, progettato dallo studio Matiteverdi e realizzato a fine primavera 2017 dal Vivaio Bergamelli di Verdello (BG).

Overview del progetto: spazi ed elementi

Il progetto ha interessato la sistemazione a verde delle aree esterne e l’inserimento di una piccola piscina per un’abitazione unifamiliare, dall’architettura molto contemporanea, sita nel comune di Spirano, in provincia di Bergamo.

Entrando dal vialetto di accesso, è stata inserita sul lato destro del confine nord una quinta di bambù (Phyllostachys aurea) a creare una barriera sempreverde che filtra la vista delle case adiacenti sulla zona piscina più retrostante; frontalmente ai bambù è stata disegnata, lungo il marciapiede contro la casa, un’aiuola speculare stretta e lunga con Buxus sempervirens sagomati a parallelepipedo e Imperata cylindrica dal portamento colonnare.

NBL Landscape Designer

Sulla porzione sinistra del giardino a nord, in mezzo al prato, sono stati inseriti quattro alberelli di melo da fiore posizionati a filare, a creare una quinta verde sfalsata e arretrata rispetto a quella di bambù.

In direzione della piscina sono state messe a dimora sei piante della stessa varietà di melo a formare un boschetto, creando una zona filtro tra la parte d’ingresso del giardino e la piscina, andando così a dividere in diverse “stanze verdi” il giardino; il piccolo boschetto posto a ovest della casa funge anche da filtro tra l’esterno della proprietà e la grande vetrata che si affaccia su esso.
Nell’ area della piscina è stata disegnata una grande zona dek a diversi livelli con differente funzione (zona salotto, zona solarium, area doccia) per dare movimento allo spazio e renderlo più interessante e contemporaneo.

NBL Landscape Designer

La piscina è stata inserita lungo il confine delle proprietà dato il ridotto spazio a disposizione, separandola con un’aiuola di Miscanthus sinensis a mascheramento della ringhiera pannellata, e rialzandola rispetto alla quota del pavimento per consentire alle persone di sedersi comodamente sul bordo e usarlo come seduta per socializzare.

NBL Landscape Designer

Un’altra quinta di M. sinensis divide la zona piscina dal piccolo giardinetto delle ghiaie di pertinenza della camera da letto posta al piano terra dell’abitazione. Il progetto prevede inoltre la realizzazione di una vasca idromassaggio non ancora costruita.

A separare questo micro giardino a sud della casa dall’esterno, un’altra quinta di bambù; un’ ultima aiuola con M. sinensis separa infine questo spazio dal vialetto carraio sul lato est dell’abitazione.

Il progetto ha previsto la posa di autobolccanti per il passaggio carraio ed il disegno di aiuole laterali, con Iris japonica, e centrali, con Convallaria nana, per spezzare la pavimentazione con porzioni di verde.
Nella zona di parcheggio dell’auto è stata disegnata una struttura minimale in ferro sulla quale verrà fatta crescere dell’edera.

Strumenti per la progettazione: NBL Landscape Designer

Il progetto è stato interamente realizzato e renderizzato con il programma NBL Landscape Designer, software professionale per il design di aree verdi in grado di offrire una gamma completa di strumenti per il design del giardino, che consentono di ottenere progetti caratterizzati da grafiche 3D e animazioni di altissima qualità, oltre a fotosostituzioni e planimetrie dallo stile personalizzato.

L’autore del progetto utilizza regolarmente NBL Landscape Designer per i suoi lavori, soprattutto grazie alla facilità di utilizzo e alla ricca libreria di piante ed oggetti 3D delle più importanti aziende del settore outdoor. Il nuovo motore 3D consente di renderizzare le viste in tempi molto brevi; il programma riesce inoltre a creare degli ottimi video molto suggestivi ed apprezzati dai clienti come anteprima del progetto.

L’autore: Matiteverdi

Dopo la laurea in Scienze Agrarie e l’iscrizione all’ Ordine dei Dottori Agronomi e Dottori Forestali, Simone Montani ha gestito la direzione tecnica di un consorzio di aziende bresciane nei settori del florovivaismo e del giardinaggio, acquisendo esperienza nella conoscenza botanica e progettazione di aree verdi e come direttore di cantiere. Nel 2010 fonda lo studio Matiteverdi che si occupa di progettazione del paesaggio e di spazi verdi, sia pubblici sia privati, in Italia e all’estero.

Appassionato di piante erbacee perenni, in particolare graminacee, bambù e piante insolite, ama proporre alla propria clientela ambienti contemporanei e all’avanguardia, in sintonia con i grandi progettisti nordici ed extra-europei. Nel suo studio collabora con esperti botanici, professionisti per la progettazione impiantistica ed artigiani, designers ed artisti per la realizzazione degli elementi di arredo.

Tra i progetti realizzati si annoverano numerosi giardini privati, anche di importanti personalità dell’imprenditoria e dello sport, come di rinomati brands italiani nel campo dell’industria e della vitivinicoltura, e diversi interventi in ambito pubblico per municipalità bresciane.

Gallery: tutte le foto del progetto

Commenti

commenti

Previous post

LUPANICA17: Concorso a premi per artisti ed amanti della Land Art

Next post

Alberi monumentali: 8 piante famose da vedere in Italia

Anna Mastellaro

Anna Mastellaro