Landscape DesignPaesaggioPopolari in Paesaggio

9 esempi di architettura del paesaggio da vedere in Spagna

La Spagna è una delle nazioni più antiche d’europa con un ricco patrimonio culturale che è stato in grado di influenzare interi continenti e ha sviluppato già nell’antichità il proprio stile paesaggistico. Ogni anno attrae milioni di turisti e molte città spagnole hanno dato il via a un’evoluzione delle architetture con idee futuristiche anche nel campo dell’architettura del paesaggio. Innovativi parchi giochi e parchi multifunzionali progettati con soluzioni sorprendenti, piazze pubbliche costruite per godere della bellezza della natura e servizi pubblici progettati per sviluppare corridoi ecologici. Qui di seguito vi proponiamo il meglio dell’architettura del paesaggio spagnola contemporanea.

Rambla de Sants – Giardini pensili e corridoi ecologici

Nel 2002 l’amministrazione comunale di Barcellona ha deciso di avviare un progetto di rinnovo urbano del corridoio ferroviario Sants, nell’omonimo quartiere, attraverso un processo che ha coinvolto tre differenti amministrazioni pubbliche e un’associazione civica del distretto. L’idea iniziale, della progettista Ana Molino Sergi Godia, era di costruire l’infrastruttura sotto terra in modo tale da utilizzare la superficie superiore per sviluppare il verde urbano. Questa idea è stata scartata a causa di fattori economici e si è preferito optare per la creazione di un giardino pensile lungo 800 metri sul tetto della nuova stazione. Il progetto Rambla de Sants, terminato nel 2016, vuole essere l‘inizio di un futuro corridoio verde di 5 km che comprenderà i comuni vicini di Hospitalet, Esplugues e Cornella, per espandere l’ecosistema nelle città e ridurre al minimo l’impatto acustico. Il tetto dell’edificio è su più piani rialzati dai 4 ai 12 metri rispetto al piano stradale circostanti, rendendo la stazione un polmone verde per la città e un punto di vista panoramico.

Atlantic Park – Un parco sul fiume

Questo progetto, del gruppo Battle I Roig Arquitectes, è un bellissimo esempio di riqualificazione fluviale sviluppato sul letto del fiume situato sulla costa settentrionale della Spagna nella città di Santander. Mentre la città si espandeva, il letto del fiume, zona inadatta allo sviluppo urbano, rimaneva estremamente trascurato ed inquinato. L’idea alla base di Atlantic Park è nata per migliorare la città, combinando gli elementi del restauro ecologico con quelli dei parchi  ricreativi urbani. Il parco è diviso in tre zone per meglio adattarsi alla topografia del sito e per migliorare la protezione delle sue diverse risorse ecologiche. Questo progetto ha trasformato un terreno inutilizzato e degradato in uno spazio pubblico vivo, conservando ed enfatizzando le specie vegetali autoctone della costa atlantica spagnola. Un perfetto esempio di una soluzione di sviluppo sostenibile dei corsi d’acqua in città che integra le necessità dell’uomo con quelle dell’ecosistema.

The Jellyfish House – Piscina panoramica sul tetto

Il gruppo europeo Wiel Arets Architects nel 2013 ha completato il lavoro su di un edificio all’avanguardia che prevede una piscina sul tetto che presto diventerà nota per la sua grande originalità. L’edificio in questione è stato ispirato dall’ambiente circostante ed è situato nel sud della Spagna, nella regione di Los Monteros a Marbella, nei pressi del Mar Mediterraneo. La piscina sul tetto è il tocco di classe di questo giardino privato, essendo stata costruita con il fondo in vetro trasparente sostenuto da travetti di calcestruzzo. Per completare la sua integrazione con le superfici circostanti tutti i mobili della casa sono stati realizzati in calcestruzzo, creando un’abitazione sicuramente non convenzionale.

Banyoles Old Town Remodeling – Le radici della città

Questo progetto, del gruppo Miàs Architects, consiste nel rimodellamento della Città Vecchia di Banyoles ed è stato completato nel 2011. Da allora ha ricevuto numerosi premi tra cui il Premis D’Arquitectura Comarques de Girona. Durante lo sviluppo del progetto è stato deciso che quasi tutto lo spazio disponibile sarebbe stato pedonale e che bisognava ripristinare il ruolo dell’acqua nella città. I vecchi marciapiedi sono stati rimossi e gli elementi di pietra e di acqua hanno avuto un ruolo centrale. Gli antichi canali acquatici della Città Vecchia, inglobati nel sistema fognario sotterraneo, sono stati riportati  alla luce in modo intermittente tra gli spazi pedonali creando ambienti confortevoli, originali ed interessanti. Questo progetto è un ottimo esempio di una pianificazione urbanistica intelligente e vincente che ha restituito valore ai molti edifici medievali presenti nella parte vecchia della città.

Parco Campa de los Ingleses – La città del futuro 

Vicino al famoso museo Guggenheim di Bilbao, si trova il parco Campa de los Ingleses progettato dal gruppo Balmori Associates. Costituito da una serie di piani sfalsati la topografia del parco è stata mediata da rampe, terrazze e muri di contenimento. I camminamenti si allargano per formare spazi pubblici studiati per il relax e le vedute sul fiume, sulle montagne e sul museo Guggenheim stesso. La pavimentazione contiene un additivo chimico chiamato GeoSilex, in grado di assorbire l’anidride carbonica atmosferica. La maggior parte degli alberi è da frutto e i grandi alberi singoli sono circondati da elementi che creano sedute circolari proteggendo le piante dal compattamento del suolo. I coni ottici sull’ambiente circostante sono studiati a partire da appositi elementi lineari che si prestano a diventare una comoda seduta per guardare il paesaggio mentre si riposa.

Parco Gulliver – Parco a misura di bambino

Un progetto di Rafael Rivera, Manolo Martin e Vicent Josep Llobell Bisbal situato all’interno del vasto parco urbano sul letto del vecchio fiume che attraversava Valencia. Questa struttura permanente è stata ispirata direttamente dalla letteratura e combina insieme reti, corde, scale, passaggi, rampe e molto altro, creando un perfetto centro di intrattenimento per i bambini. Un parco giochi in cui i bambini possono sentirsi come veri Lillipuziani, scalando e scivolando giù per la figura di 70 metri di lunghezza di Gulliver disteso al suolo.

Casa Sardinera – Specchi d’acqua e paesaggio

Circondato dal Mar Mediterraneo ad Alicante si trova la Casa Sardinera, progetto dello studio Ramon Esteve. Il design del giardino combina soluzioni ecologiche e economiche che si rifanno all’ordine del paesaggio agricolo circostante. In questo progetto senza dubbio la massima attenzione è stata posta nella progettazione dell’edificio e dei coni ottici che si creano del suo interno sul paesaggio marittimo circostante. Questa abitazione privata, fortemente influenzata dal paesaggio mediterraneo, collega creativamente lo spazio interno e lo spazio esterno attraverso l’uso del paesaggio, grazie anche alla grande superficie di infinity pool riflettente

Piazza Indautxu – Una piazza da vivere

Sviluppata a partire da una zona poco utilizzata di Biscay, il progetto del gruppo JAAM sociedad de arquitectura  rappresenta una soluzione per recuperare spazi pubblici trascurati e ignorati. L’intera superficie è stata trasformata in zona pedonale e al fine di sostenere le esigenze della comunità, sono stati creati due spazi: uno principale per eventi sociali come mercati, fiere e manifestazioni, e uno spazio più tranquillo che lo circonda per camminare, leggere e rilassarsi. I vari impianti delle infrastrutture sotterranee sono stati occultati con prismi di vetro. Un grande porticato centrale circolare di vetro e legno, di 40 metri di diametro, ha definito lo spazio principale della piazza. Le strutture per l‘illuminazione pubblica ecosostenibile, rigorosamente a LED, hanno la forma di una foglia.

Piazza Euskadi – Potenziamento del verde urbano

Questo progetto è stato realizzato dal gruppo Balmori Associates and Lantec nella città di Bilbao. Il suo design è tipicamente urbano, a causa della sua posizione e del suo scopo originale di isola di traffico. L’ampia area a verde che ora domina la superficie della piazza fornisce un habitat naturale interno alla città, integrando l’elemento naturale nel tessuto urbano. L’area in fase di progetto è stata divisa in tre zone più piccoli definite dal percorso principale, ciascuna con la sua funzione. Questa decisione è stata presa per riconoscere la vasta gamma di ambienti presenti nel contesto circostante, creando spazi intimi e amichevoli per la socializzazione. Un tocco d’effetto lo si trova nell’area della piazza dedicato al giardino, un camminamento sollevato sopra gli arbusti in fiore ci porta ad ammirare un imponente albero di Laegostremia.

 

 

Commenti

commenti

Previous post

Metodi naturali per combattere i parassiti delle rose

Next post

5 Giardini storici del Lazio assolutamente da non perdere

Alvise Anchel

Alvise Anchel