AmbientePopolari in Ambiente

Le 10 foreste più belle al mondo, meraviglie da scoprire

Le foreste sono riuscite a svilupparsi ai climi più disparati, dalle fasce tropicali alle regioni sub-artiche dell’emisfero boreale, continuando ad evolversi da milioni di anni a questa parte: le foreste costituiscono alcuni dei biomi terrestri fondamentali, nonché il famoso “polmone verde” del nostro pianeta. Altrettanto note e di primaria importanza sono le funzioni svolte da queste comunità vegetali: catturano l’anidride carbonica presente nell’ atmosfera e rilasciano ossigeno, contribuiscono alla fertilità del suolo e alla protezione dal rischio idrogeologico, custodiscono un’incredibile ricchezza in biodiversità. Nonostante questi ruoli siano fondamentali e necessari alla nostra sopravvivenza, le foreste continuano ad essere distrutte in maniera irrazionale. Dai rapporti FAO emerge che nel decennio tra il 2000 ed il 2010 la perdita netta di foreste nel mondo sia stata di circa 5,2 milioni di ettari all’anno; un tasso tanto preoccupante quanto insostenibile, legato ad interessi economici che vanno dallo sfruttamento dei prodotti legnosi, all’esigenza di nuovi spazi coltivabili.

Per sensibilizzare alla tutela delle foreste e comprendere l’importanza di queste risorse naturali, vi presentiamo la lista di quelle che vengono considerate le dieci foreste più belle al mondo: un modo per conoscere più da vicino questi straordinari doni della natura.

10. Sinharaja Forest

Situata nel sud ovest dello Sri-Lanka, costituisce ciò che rimane della foresta tropicale primaria in quest’area. Le sue dimensioni non sono così significative (circa 89 kilometri quadrati) ma questo sito, divenuto nel 1988 patrimonio dell’UNESCO, racchiude più del 60% di specie endemiche, molte di esse considerate rare: tra queste troviamo non solo piante ma anche uccelli, farfalle, rettili e mammiferi.

Scopri le 10 foreste più belle al mondo

9. Kinabalu Park

Questo parco nazionale della Malaysia, anch’esso patrimonio UNESCO, si sviluppa all’estremità settentrionale del Borneo. E’ dominato dal Monte Kinabalu ( 4.095 m ), la montagna più alta tra l’Himalaya e la Nuova Guinea.
Questa foresta possiede una vasta gamma di habitat che spaziano dalla florida pianura tropicale, alle foreste pluviali collinari fino alla foresta subalpina e alla macchia a quote più elevate. E ‘stata designata come centro per la biodiversità vegetale del sudest asiatico ed è eccezionalmente ricca di specie con esempi di flora da Himalaya, Cina, Australia e Malaysia.

Scopri le 10 foreste più belle al mondo

8. Foresta pluviale di Valdivian

Questa foresta pluviale temperata di latifoglie è situata nella costa occidentale del Sud America, dove si estende dal Cile all’Argentina. Unica foresta nel suo genere in questo continente, possiede una straordinaria ricchezza di specie tra cui si possono trovare anche conifere, bambù e felci; tra gli animali si annoverano invece marsupiali, erbivori e felini. E’ una zona dall’altissima biodiversità, seriamente minacciata da un rimboscamento estensivo di specie esotiche come pini ed eucalipti, utilizzati a scopo economico.

Scopri le 10 foreste più belle al mondo

7.  Monteverde

La riserva di Monteverde, in Costa Rica, deve il suo peculiare attributo di “foresta nebulare” ai venti caldi e umidi provenienti dai Caraibi, che condensano in nuvole sui pendii della Cordillera de Tilaran creando questo habitat suggestivo dominato da fitte nebbie. La riserva è stata fondata nel 1972 per salvaguardare la straordinaria biodiversità presente nell’area, proteggendola dalla minaccia dei bracconieri: ad oggi il 90% della riserva è considerata foresta vergine, in cui prevalgono cascate, radure e una natura primordiale. E’ possibile visitare la foresta grazie ad un sistema di funi e passerelle sospese.

Scopri le 10 foreste più belle al mondo

6. Giant Forest

La “foresta gigante” fa parte del Sequoia National Park, in California, e prende il nome dalle sequoie giganti che la popolano (tra esse, anche il celebre Generale Sherman, il più grande essere vivente del pianeta). Oltre ai magnifici esemplari millenari di Sequoiadendron giganteum si possono trovare anche diverse specie di pino. I suoi 64 km di sentieri consentono di visitare la foresta nella sua interezza, immergendosi nella natura monumentale del parco.

Scopri le 10 foreste più belle al mondo

5. Sagano bamboo forest

Questa fitta distesa di bambù si trova nel distretto di Arashiyama, in Giappone, ed è considerata uno dei siti naturali più importanti del Paese. L’habitat è reso ancora più suggestivo dal suono provocato dal vento che soffia tra i fusti: questa straordinaria colonna sonora della foresta è stata inserita dal governo giapponese tra i “Cento suoni del Giappone da preservare”.

Scopri le 10 foreste più belle al mondo

4. Crooked forest

Questa giovane foresta  della Polonia (l’impianto dei suoi 400 esemplari di pino risale al 1930) è straordinaria per l’insolita forma dei fusti, che si curvano a pochi centimetri dal suolo. Il motivo di questo particolare portamento non è ancora del tutto chiaro: le teorie più accreditate sostengono che la curvatura sia stata realizzata con l’intervento di mezzi meccanici, ma in molti affermano che si tratti invece di un poco noto fenomeno naturale.

Scopri le 10 foreste più belle al mondo

3. Daintree rainforest

E’ la più antica foresta pluviale del mondo e si trova in Australia: ospita ancora oggi alcune tra le specie preistoriche più rare, e si stima che custodisca la più grande varietà di flora e di fauna della Terra. Oltre ad essere patrimonio dell’UNESCO è da anni sito di innumerevoli studi in campo botanico e biologico.

Daintree foresta pluviale

2. Foresta pluviale del Congo

Si estende su quasi 4 milioni di kilometri quadrati del bacino del Congo e ospita un numero imprecisato di specie animali e vegetali. I “guardiani” di questa foresta sono le popolazioni indigene note come Pigmei, purtroppo gravemente minacciate (come l’intero ecosistema) da una deforestazione indiscriminata e da un bracconaggio spietato. Ad oggi, questi problemi rendono la foresta del Congo uno dei siti naturali maggiormente a rischio dell’intero pianeta, nonostante gli sforzi di numerose organizzazioni per la salvaguardia di questo straordinario patrimonio.

rainforest foresta congo

1. Foresta Amazzonica

La lussureggiante foresta tropicale dell’Amazzonia si estende dal territorio del Brasile fino a toccare altri 7 Stati del Sud America: si sviluppa intorno al Rio delle Amazzoni, il maggior corso d’acqua del mondo sia per lunghezza che per portata idrica. Gli alberi sempreverdi raggiungono altezze di oltre 65 metri, e la volta delle chiome è così densa che solamente il 2% della luce solare riesce ad attraversarla, filtrando fino al suolo. Si stima che l’Amazzonia possa immagazzinare tra gli 80 e 120 miliardi di tonnellate di carbonio, ma questo suo fondamentale contributo al mantenimento degli equilibri naturali dell’atmosfera è seriamente intaccato da una deforestazione massiva, volta ad aprire nuovi spazi per gli allevamenti zootecnici intensivi.

amazon rainforest

Commenti

commenti

Previous post

Fitormoni: etilene una molecola multiuso

Next post

Evitare il runoff urbano con la progettazione

Anna Mastellaro

Anna Mastellaro